L'Agente Immobiliare e il Covid: cosa è cambiato | Sobim Servizi Immobiliari

I DESIDERI TROVANO CASA

L’Agente Immobiliare e il Covid: cosa è cambiato

La pandemia da Covid-19, che proprio in questi giorni purtroppo sembra riprendere vigore, ha profondamente cambiato le nostre vite. Non c’è settore o contesto che non stia subendo trasformazioni per adattarsi a questa nuova condizione. Da più parti, certo, arrivano le rassicurazioni circa la temporaneità di questa situazione, ma l’incertezza sulla durata della pandemia e il prolungarsi del tempo di attesa per la disponibilità del vaccino producono effetti sullo stile di vita in famiglia e al lavoro.

Il mercato immobiliare, naturalmente, non è stato risparmiato dall’onda travolgente del coronavirus ma ha cercato e trovato soluzioni per affrontare le dure prove a cui siamo sottoposti. L’Agente Immobiliare è stato il soggetto grazie al quale è stato possibile mettere in atto cambiamenti e innovazioni per resistere e andare avanti durante gli ultimi mesi, preparandosi anche per il futuro più immediato (e oltre).

Uno degli elementi principali e impattanti sul lavoro dell’Agente Immobiliare è stata indubbiamente la necessità di sanificare gli ambienti per le visite immobili da parte dei potenziali acquirenti.

L’appuntamento, che viene sempre fissato e organizzato per tempo, può essere svolto esclusivamente con mascherine indossate e previa misurazione della temperatura corporea.

La situazione consiglia, quando non impone, di limitare il più possibile le occasioni di incontro e per questo motivo la presentazione degli immobili su internet ha assunto un ruolo di primaria importanza. I clienti hanno la necessità di conoscere più informazioni possibili prima di fissare eventuali appuntamenti per la visione degli immobili. Per rispondere a questo bisogno in maniera esaustiva si è cerca di curare al meglio la comunicazione sui siti web delle agenzie, sui portali immobiliari e sui social network.

La crescente esigenza di informazioni preliminari e di consulenza da parte dei clienti richiede inoltre una attenta preparazione: le sole competenze commerciali non sono sufficienti. Occorre necessariamente aggiornarsi anche dal punto di vista giuridico, tecnico e fiscale per essere pronti e preparati per il futuro del settore immobiliare.

© 2020, SOBIM. RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
CONTENUTO PROTETTO DA COPYRIGHT SOBIM